Riduzione Percentuale Scarti Aghi per Biopsia

Settore: Biomedicale
Obiettivo: Riduzione scarti di produzione
Metodologia: Lean Six Sigma
Corso: Six Sigma Green Belt
Soluzioni: Innovation Design, Training, SPC
Saving: 71.000 €/anno

 

 

compass COSA DESCRIZIONE DEL PROBLEMA

IMPORTANZA STRATEGICA

Per garantire ai pazienti il minimo trauma e la riduzione di rischi sanitari, la produzione di aghi per biopsia richiede un alto livello qualitativo.
Con la collaborazione di medici qualificati e enti di ricerca, è importante realizzare prodotti innovativi, garantendo la massima sicurezza, in ottemperanza alle normative vigenti.

BIOPSIA ISTOLOGICA

La biopsia è la rimozione di un campione di tessuto dal corpo per essere esaminato.
L’ago in oggetto viene utilizzato per biopsia istologica di tessuti molli (quali mammella, linfonodi, tiroide, addome, pancreas).

DESCRIZIONE DEL PROBLEMA

Un’analisi preliminare sulla produzione di aghi effettuata nei mesi di Marzo e Aprile 2016 evidenzia una percentuale di scarti giornaliera dell’1,50%.
Tale valore risulta estremamente alto, considerando un limite di specifica superiore, dettato dal mercato e/o dai clienti, fissato all’0,30%.

Siringa

 

 

 

QUANTO MISURA DEL PROCESSO «AS IS»

PERCENTUALE DI SCARTI GIORNALIERA

Definizione operativa: numero di Aghi non conformi su Numero di Aghi Prodotti (percentuale giornaliera).

  • Upper Specific Limit (USL) = 0,30%.

  • MEDIA: 1,50% – MEDIANA: 1,60%
  • MINIMO: 0,19% – MASSIMO: 2,64%
  • RENDIMENTO rispetto all’USL: 2,82%

ANALISI DELLE PRESTAZIONI “AS IS”

Il processo, «in deriva» e fuori specifica, risulta:

  • Stabile nei mesi di Marzo e di Aprile (tutti i punti sono all’interno delle specifiche del processo UCL e LCL).
  • Sotto controllo statistico (assenza di cause speciali).

 

 

 

lens PERCHÈ INDIVIDUAZIONE DELLE CAUSE

FATTORI DI VARIABILITÀ

I fattori di stratificazione Turno (mattina, pomeriggio e notte), Mese (marzo, aprile), Giorno della settimana non risultano statisticamente significativi.

Con accurata attività di Mappatura del processo, si registra tuttavia:

  • assenza di standardizzazione tra operatori
  • mancanza di controllo rigoroso sulle forniture MP
  • problemi di tenuta con alta potenza di spinta
  • tipologia cannula non standardizzata (4 modelli)
  • differenze significative tra le punte degli aghi
  • settaggio parametri macchina manuali

CAUSE SELEZIONATE DA AGGREDIRE

 

C1
Tipologia cannula non standardizzata.

C2
Settaggio Parametri Macchina Manuali.

C3
Mancanza di controllo rigoroso sulle forniture MP.

 

 

 

COME IMPLEMENTAZIONE DELLE SOLUZIONI

C1

INNOVATION DESIGN
Individuazione delle caratteristiche ottimali della cannula (da 4 modelli ad 1 modello), con ridefinizione rigorosa delle specifiche di fornitura.

C2

TRAINING
Erogazione di 12h di formazione a tutti gli operatori (con brainstorming sulla gestione di problematiche quotidiane di produzione).

C3

SPC
Definizione di Piani di Campionamento strutturati per il controllo statistico delle materie prime in ingresso (campionamento sistematico per sottogruppi).

 

 

 

idea QUANTO MISURA DEL PROCESSO «TO BE»

PERCENTUALE DI SCARTI GIORNALIERA

Media Massimo Rendimento
Prima 1,50% 2,64% 2,82% (n=55)
Dopo 0,12% 0,16% 100% (n=30)

CALCOLO DEI RENDIMENTI: BEFORE vs AFTER

SAVING TOTALE:
71.000 €/anno

Dubbi? Domande? Clicca qui