Ottimizzazione Percorso Unità Terapia Intensiva Cardiologica

Settore: Sanitario
Obiettivo: Riduzione tempi di degenza
Metodologia: Lean Six Sigma
Corso: DMAIC Green Belt
Soluzioni: Visual Management, Digitalizzazione, SOP
Saving: 45.000 €/anno

 

 

compass COSA DESCRIZIONE DEL PROBLEMA

IMPORTANZA STRATEGICA

Le Unità di Terapia Intensiva Cardiologica (UTIC) gestiscono il percorso assistenziale dei pazienti affetti da aritmia cardiaca, patologie aortiche acute e scompensi coronarici.
L’obiettivo del progetto è l’ottimizzazione del percorso di assistenza all’interno della Unità Coronarica e Unità Terapia Intensiva (riduzione dei tempi di degenza).

DESCRIZIONE DEL PROBLEMA

Il tempo di degenza totale prevede le seguenti fasi: ingresso del paziente in UTIC, diagnosi gestione acuta, definizione della terapia, stratificazione del paziente e compilazione cartella clinica ed, infine, dimissioni da UTIC.
Su un Campione di 2.534 pazienti (2014-2015) è emerso un tempo medio lungo di degenza (9,2 giorni), lontano dai target normativi, che indicano come riferimento un valore di 4 giorni.

FATTORI POTENZIALI

  • Tipologia di Diagnosi/Intervento
  • Età del paziente
  • Preparazione iniziale Paziente (Tricotomia)
  • Periodo temporale: Mese/settimana
  • Giorno di dimissione

 

 

 

QUANTO MISURA DEL PROCESSO «AS IS»

TEMPO DI DEGENZA

Definizione operativa: Tempo di degenza dei pazienti nel percorso clinico in Unità Terapia Intensiva Cardiologica (UTIC) dall’ingresso alle dimissioni.
Target: Media: 4 giorni, Upper Specific Limit: 6 giorni.

  • La media è pari a 9,18 giorni, con un valore massimo di 16,17 giorni.
  • Il 75% dei pazienti hanno un tempo medio di degenza oltre 7,86 giorni (primo quartile).

ANALISI DELLE PRESTAZIONI “AS IS”

Il giorno di Dimissione non risulta un fattore statisticamente significativo (verifica effettuata con il test delle ipotesi parametrico ANOVA).

Rispetto al Limite di Specifica USL, fissato a 6 giorni, si registra:

  1. difettosità del 94,24%
  2. Ppk (Indice di Performance) pari a -0,53

 

 

 

lens PERCHÈ INDIVIDUAZIONE DELLE CAUSE

ANALISI DI CORRELAZIONE – RICERCA CAUSE

Non c’è una correlazione significativa tra i giorni di degenza e l’età del paziente.

Analizzando i dati, in modo qualitativo, emerge solo una piccola «influenza» nel range età 55-75 anni (all’aumentare dell’età aumentano i giorni di degenza).

Il fattore «TRICOTOMIA» risulta un fattore statisticamente significativo (P-Value Test 2-Sample T maggiore di 0,05).

CAUSE SELEZIONATE DA AGGREDIRE

 

C1
I pazienti non fanno sempre la Tricotomia prima dell’ingresso in UTIC.

C2
Le cartelle cliniche spesso sono poco chiare (grafia poco leggibile) e/o incomplete.

C3
Tempi ricerca contatti familiari (per richiesta eventuali allergie, conferme gestione sintomi, terapia precedente il ricovero).

 

 

 

COME IMPLEMENTAZIONE DELLE SOLUZIONI

C1

VISUAL MANAGEMENT
Definizione attività operative Pre-ingresso UTIC (da comunicare preliminarmente al paziente, in modalità visual).

C2

DIGITALIZZAZIONE
Informatizzazione, ove possibile, della cartella clinica e Briefing di gruppo mattutino tra reparti e UTIC, stesura di una cartella infermieristica con informazioni prioritarie.

C3

SOP
In fase preliminare il paziente deve comunicare contatti di 2 familiari (nome, grado di parentela, contatti telefonici).

 

 

 

idea QUANTO MISURA DEL PROCESSO «TO BE»

CONTROLLO DI PROCESSO

Nei tre mesi successivi all’implementazione delle soluzioni correttive, si registra:

  1. Un valore medio di 3,83 giorni
  2. Il 75% dei pazienti hanno un tempo medio di degenza inferiore a 4,71 giorni (terzo quartile)

BEFORE VS AFTER

Periodo Tempi di Degenza Difettosità (USL: 6 giorni)
Prima 9,18 giorni 94,24%
Dopo 3,83 giorni 4,5%

 

SAVING TOTALE:
45.000 €/anno

Dubbi? Domande? Clicca qui